domenica 13 novembre 2016

Si riparte con il BOTTO... o con la bomba?

Sono tanti i motivi che mi hanno tenuta lontana da qui, ma sono di più i motivi che mi hanno spinto a tornare.... E allora perché non tornare con il BOTTO? (Che non c'è mai stato tra l'altro......)

Quindi meglio tornare con la bomba!

Il 9 febbraio di ogni anno è facile trovare articoli che riguardano Genova e la sua bomba inesplosa; 
Per noi genovesi è il simbolo della tragedia, è la lezione che ancora oggi NON abbiamo imparato, quella bomba è il simbolo della seconda guerra mondiale;

Eccolo qui il mostro....



Il nove febbraio del 1941 questo proiettile arrivò dal mare, sfondò le pareti di questa insigne Cattedrale , cadde a terra e rimase inesploso;

La riconoscete? La nostra bella Cattedrale?


Poco tempo fa ho accompagnato una mia amica e la sua famiglia in giro per Genova, ed è meraviglioso guardare i bimbi quando osservano "la bomba" e devo dire che mi ha fatto riflettere quello sguardo, lo stesso che ho rivisto quando l ho preso in braccio e gli ho fatto vedere meglio il sottomarino.... Questi oggetti, agli occhi di chiunque, ma soprattutto agli occhi dei bambini, sono "orribili" o forse è meglio scrivere "inquietanti e veri" ;





Quel giorno, il nove febbraio, suonarono le sirene, quelle sirene che avvisavano dello stato di guerra, quelle sirene che facevano paura, e tutti speravano di non sentire mai, le sirene annunciavano che il tempo era scaduto e si era tutti nelle mani di Dio;
Era una domenica mattina, i "fortunati" genovesi che non abitavano nell'attuale centro storico ebbero modo di vedere ciò che ne rimase di quell'attacco inglese;
Si narra che lo scoppio di quelle bombe si sentivano a 50 km di distanza; quel bombardamento venne sentito da tutta la provincia di Genova e Savona;
Fu la "Forza H " a scaricare l ira su Genova, guidata dall'ammiraglio Somerville;


 L'operazione "Grog" attuata dalle navi inglesi provenienti da Gibilterra, seminò morte e distruzione, entrarono senza trovare alcun impedimento nel Mar Ligure, NESSUN IMPEDIMENTO...
Già, gli alleati stavano distruggendo Genova;



Non si sa se la bomba è stata lanciata dalla corazzata Malaya o dall'incrociatore Renown, ma di fatto, quella bomba arrivò dal mare, attraversò la nostra Cattedrale e tra tutti gli scoppi che si sentirono, quello scoppio non arrivo mai;



Questo proiettile è stato costruito per offendere navi corazzate, non per distruggere palazzi e case; non esplose perché l'impatto con un palazzo o chiesa in questo caso, non fu abbastanza duro da attivare la spoletta; questo è un proiettile perforante, costruito per offendere navi fortemente corazzate; 
Questa dovrebbe essere la spiegazione tecnica alla dicitura della foto "il proiettile miracolosamente rimasto inesploso".

A me piace pensare che invece sia stato un miracolo, che quella bomba o proiettile che dir si voglia , sia intatto come la memoria di chi ha vissuto quella tragedia; 
Mi piace pensare che quella bomba sia inesplosa affinché oggi tutti possano ammirarla, toccarla e riflettere sulla devastazione che solo una guerra può provocare....




grazie a chi leggerà questa storia;








5 commenti:

  1. Molto toccante e interessante.
    Anche per me è stato un miracolo...
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nunzia, ciao, te lo scrivo anche qui, ma te l'ho scritto anche sotto un tuo post; t sei una delle vincitrici della campionatura di detersivi USE, mi scrivi in privato il tuo indirizzo che ti spedisco tutto?

      Elimina
  2. Sì inquietante questa storia ma pur sempre della nostra città e ci appartiene. Buona serata, Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Anche questa storia ci appartiene purtroppo, un storia vecchia ma ancora troppo attuale!

      Elimina
  3. Grazie Laura per essere tornata a scrivere questi bellissimi post sulla tua città....mi sono mancate tanto e sono felice di tornare a leggerle ^-^

    RispondiElimina